Archivi tag: hackers

7 Semplici Regole Di Sicurezza Informatica

  1. Conosci Il Tuo Nemico

    Abituati a cercare informazioni valide ed aggiornate per rimanere al passo con i tempi. Se non conosci il significato di termini quali wormtrojan horsemalwarehoaxbotspyware rivolgiti ad esperti online. Sono svariati i blog che trattano quotidianamente questa tipologia di minacce, e molti di essi permettono di abbonarti ad RSS Feed, consentendoti di leggere le ultime novità del settore via e-mail e/o sul tuo cellulare o smartphone.

  2. Allontana I Virus Dal Tuo PC

    Contrarre un'”infezione virtuale” è molto semplice, data anche la facilità con la quale si scaricano programmi e documenti in Rete. Proteggi il tuo PC con un valido programma antivirus, ricordati di aggiornarne le definizioni ogni giorno (puoi programmare un aggiornamento automatico) e di effettuare scansioni approfondite almeno una volta a settimana. In Rete puoi trovare alleati comodi e, a volte, gratuiti al tuo antivirus, come Microsoft Safety Scanner.

  3. 1 Click (Mancato) Può Salvare Il Tuo Sistema

    Presta attenzione ad ogni singola e-mail ricevuta, in quanto potenzialmente in grado di portare problemi (es. hoax, phishing). Le e-mail fasulle e le “pagine web civetta” (senza HTTPS) sono le principali fonti di crimine informatico in quanto puntano sulla naturalità e automaticità di un gesto, quello di cliccare su una e-mail ricevuta, sull’allegato a questa o sul link che compone il testo. Le truffe informatiche incentrate su lotterie e raccolte fondi sono all’ordine del giorno: stanne lontano!!!

  4. Utilizza Filtri Anti-Spyware

    Il tuo computer potrebbe “impazzire” ed iniziare a compiere azioni indesiderate. Questo può avvenire attraverso la presenza di spywarebot auto-installanti, mediante i quali gli hackers prendono possesso del tuo dispositivo appropriandosi di dati e informazioni personali. Strumenti quali Microsoft Security Essentials evitando che ciò possa accadere, anche se come sempre l’attenzione è il primo ingrediente per navigare tranquilli su internet.

  5. Attenzione A Quello Che Scarichi!

    Scaricare dal web un programma o un file richiede pochissimo tempo, ma un errore compiuto in questi frangenti possono provocare effetti devastanti sul tuo sistema. Scarica ciò che desideri da siti specializzati e conosciuti, e laddove possibile controlla la presenza di un certificato SSL valido.

  6. Licenze E Termini Di Contratto Sono Importanti

    Ricordati i consigli delle nostre mamme, che allertavano dal firmare moduli di adesione in quanto ciò poteva costringerci a rispettare condizioni contrattuali delle quali ignoravamo la presenza, tra le quali l’acquisto di fantomatiche enciclopedie? A distanza di oltre 20 anni, entrati nell’era digitale, possiamo dire che le cose non sono poi così diverse. Può risultare noioso o superfluo, ma leggere attentamente le condizioni di adesione ad un servizio e/o quelle di installazione di un programma rappresenta un’avvertenza tutt’ora estremamente valida.

  7. Scegli Sempre Cosa Installare

    Da piccoli il Natale coincideva, per moltissimi di noi, con l’impazienza nello scartare i regali ricevuti per poterci giocare, senza aspettare di leggere le istruzioni. Così come allora ad ogni installazione di un programma accertati di approvare l’installazione solo di ciò che ti serve davvero, evitando di includere per pigrizia, all’interno del processo, componenti inutili o spesso perfino dannosi per il tuo sistema (toolbars, ecc.). Questi strumenti accessori possono certamente risultare utili o piacevoli, ma quello che ti consigliamo di fare è di valutare preventivamente quanto questi potrebbero servirti prima di installarli.

    Ci sono altri consigli che pensate sia necessario dare?

    consigli-sicurezza-online

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Attacchi Informatici/Crimine Informatico, Certificati SSL, HTTPS, Informazioni Generali, Phishing & Malware, Privacy, Sicurezza Connessioni

Semaforo Rosso Per “Grum”, Casa Dello Spam Mondiale

La sicurezza online, e con essa tutti coloro che promuovono e sognano una Rete piu’ sicura, ha nei giorni scorsi portato a segno un punto importantissimo nella propria battaglia contro il mondo del cybercrimine.

Grum, il famigerato botnet che secondo gli esperti avrebbe contribuito a generare il volume di spam mondiale con il 18% di questo tipo di e-mail in uscita, e’ stato abbattuto pochissimi giorni fa grazie all’intervento diretto di alcuni esperti della sicurezza digitale.

Con il termine botnet si qualifica una rete di computer, connessi tra loro e collegati al web, precedentemente infettati da un malware in quanto giacenti in condizioni di insicurezza. Nello specifico gli ideatori di “Grum” avrebbe invaso con quasi 18 miliardi di messaggi di posta elettronica indesiderati e dannosi le caselle di persone ignare; un numero spaventoso che rende ancora maggior merito all’azione vincente che l’ha portata alla sconfitta.

L'abbattimento di Grum segue di un anno quanto accaduto al precedente Rustock

L’abbattimento di Grum segue di un anno quanto accaduto al precedente Rustock

Grum, responsabile per l’invio di false comunicazioni elettroniche con riferimenti al mondo farmaceutico, aveva sede a Panama e in Olanda, e successivamente all’azione di questi addetti alla sicurezza digitale si e’ scoperta la presenza di 2 ulteriori indirizzi IP ad esso collegati, dislocati in Ucraina e Russia, che non sono stati fortunatamente attivati grazie alla fattiva collaborazione dimostrata da alcuni operatori telefonici. Come dire, l’unione fa la forza… e la sicurezza!

Grum non era naturalmente l’unica botnet sfruttata dai criminali informatici per inondare il web di pericoli chiamati attacchi spam, ma l’avvisaglia lanciata in questa occasione ha minato le certezze di molti degli hackers al momento attivi. In definitiva molte delle botnet al momento operative hanno diminuito notevolmente i volumi di spam inviati ogni giorno.

Lo stop a Grum conferma chiaramente quanto il popolo della Rete sostiene da diverso tempo: l’attuale legislazione in materia informatica, che prevede la necessita’ di un provvedimento legale prima dell’azione operativa, e’ quanto mai obsoleto. La collaborazione tra i diversi soggetti che si preoccupano di rendere il mondo virtuale piu’ sicuro dal rischio determinato dal furto d’identita’ e di dati relativi alle carte di credito puo’ portare, come in questo caso, a soluzioni infinitamente migliori. In poche parole, basta sapere riconoscere quali sono i veri avversari e combattere uniti per distruggerli… 😉

Lascia un commento

Archiviato in Attacchi Informatici/Crimine Informatico