Caso Pussy Riot, Attacco Hacker “A Fin Di Bene”

Quando l’hacker assume un ruolo sociale. E’ possibile riassumere cosi’ quanto avvenuto, nel corso delle ultime ore, come contorno alla vicenda del gruppo musicale “Pussy Riot”, condannate a 2 anni di reclusione per aver espresso pubblicamente, in alcuni dei loro pezzi, una posizione assolutamente avversa nei confronti dell’ex agente segreto Vladimir Putin coinvolgendo, inoltre, la Chiesa ortodossa.

Il collettivo russo Pussy Riot durante l'udienza che si concludera' con un'amara condanna

Il collettivo russo Pussy Riot durante l’udienza che si concludera’ con un’amara condanna

Di quanto accaduto al collettivo punk russo si e’ parlato e si continua a parlare moltissimo, soprattutto al di fuori del Paese governato da Putin; la condanna espressa dal Tribunale del distretto moscovita di Khamovnichesky ha suscitato profonda indignazione in quasi tutto il mondo, e non sono mancate la prese di posizione dirette di alcuni colleghi delle giovani.

Il gruppo punk rock russo Pussy Riot

Il gruppo punk rock russo Pussy Riot

La vicenda ha suscitato, qualche ora fa, l’azione diretta di alcuni hacker informatici, da sempre contrari alle azioni definite “liberticide” del presidente russo, che hanno coinvolto anche la Rete. Il sito del tribunale che ha emesso la condanna e’ stato infatti preso d’assalto da un “attacco pirata” attraverso il quale e’ stato pubblicato un video di un cantante omosessuale bulgaro e alcuni messaggi inneggianti alla lotta del gruppo musicale.

Il sito del tribunale di Mosca e’ tornato poco fa normalmente online, ma di certo la vicenda non fa che confermare come a volte, come precedentemente accaduto con i seguaci italiani di Anonymous, l’hacker assuma a volte un ruolo con sfondo sociale “a difesa della giustizia” e come eco di risonanza di quanto avviene nel nostro Pianeta.

E’ possibile differenziare gli hackers mondiali tra “cattivi” e “buoni”?

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Attacchi Informatici/Crimine Informatico, Sicurezza Connessioni

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...